La ricchezza dei musei di Belgrado

Belgrado può essere orgogliosa delle sue ricche collezioni museali. Quelle a disposizione del pubblico rappresentano preziose “finestre” sul passato e “porte educative” verso nuove tendenze artistiche. Con diverse collezioni di dipinti e oggetti dalla preistoria fino ad oggi, le invenzioni di Tesla, interessanti auto d'epoca e altre mostre, i visitatori possono davvero farsi un'idea dei tesori culturali e scientifici custoditi in Belgrado ed Serbia.

Una visita ai musei di Belgrado rappresenta una passeggiata attraverso intere epoche, fornendo una visione della nascita di una città e la sua trasformazione nel tempo e nelle circostanze.

Il Museo Nazionale

Narodni muzej u Beogradu

Narodni muzej u Beogradu

Il Museo Nazionale fondata nel 1844., è la struttura culturale più antica e più importante della Serbia. Il Museo Nazionale di Belgrado è un museo di tipo complesso dedicato alla tutela, interpretazione e promozione del patrimonio multiculturale dei Balcani centrali e dell'Europa – la cultura dalla preistoria ai giorni nostri – attraverso materiale archeologico, numismatico e artistico.

Il museo raccoglie, conserva e tutela sulla base dei principi della tutela preventiva e migliora la conoscenza. La più impressionante è la collezione di opere d'arte di pittori serbi del XVIII e XIX secolo, nonché di pittori medievali dall'Europa e dalla Cina.

La collezione di pittori francesi è tra le più preziose al mondo e comprende opere rare di Matisse, Picasso, Renoir, Rouault, Degas, Cézanne e altri. Il museo ospita anche una collezione di Erih Slomović, un ebreo croato assassinato durante la seconda guerra mondiale. Questa preziosa collezione è composta prevalentemente da dipinti impressionisti e rappresenta la più grande e ricca collezione di arte francese nei Balcani.

Il Museo Nazionale si trova nel centro di Belgrado, sulla piazza principale della città chiamata ''Trg Republike'' o Piazza della Repubblica ed è facilmente raggiungibile. È aperto alle visite tutti i giorni, tranne il lunedì.

 

Il Museo di Vuk e Dositej 

Il Museo di Vuk e Dositej è un museo commemorativo dedicato a due grandi personaggi della cultura serba: Dositej Obradović, membro del movimento illuminista e primo ministro dell'Istruzione serbo, e Vuk Karadžić, riformatore della lingua serba e creatore della lingua letteraria serba.

Il Museo di Vuk e Dositej si trova a Dorćol, una delle parti più belle e antiche di Belgrado.

 

Museo di Nikola Tesla 

Nikola Tesla, fisico, ingegnere e inventore della corrente alternata corrente, i primi 1900s

Nikola Tesla, fisico, ingegnere e inventore della corrente alternata, all'inizio del 1900

Museo di Nikola Tesla è un'istituzione unica di scienza e cultura in Serbia e nel mondo. È l'unico museo al mondo che conserva l'eredità originale e personale di Nikola Tesla.

Nikola Tesla, scienziato di origine serba, ha dato il suo massimo contributo al progresso scientifico e tecnologico del mondo come inventore del campo magnetico rotante e del sistema completo di produzione e distribuzione dell'energia elettrica basato sull'utilizzo di correnti alternate.

Immergiti nel magico mondo di Nikola Tesla nella collezione museale permanente creata dal dottor Branimir Jovanović. Guarda lo sviluppo di Tesla come inventore e come persona attraverso un mix di tecnologie moderne e autentiche dai tempi di Nikola Tesla. Guide museali appositamente addestrate ti presenteranno i magnifici modelli funzionanti delle macchine di Tesla, i suoi vari oggetti personali e le sue visioni del futuro.

Il Museo Nikola Tesla si trova a Vračar, a Belgrado. Raggiungere il museo è molto semplice ed è aperto ai visitatori tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 12:00 alle 17:00.

 

Museo di Arte Applicata

Muzej primenjene umetnostiIl Museo di Arte Applicata, fondata nel 1950, è specializzata nella raccolta, tutela, studio, esposizione e pubblicazione di opere d'arte applicata. Le collezioni del museo sono costituite da oltre 32.000 oggetti realizzati da artisti serbi e internazionali. Tra i più preziosi c'è quello realizzato dall'artista Ljuba Ivanović che comprende 3.000 manufatti che includono gioielli, manoscritti e libri stampati, oggetti scolpiti in legno, corno, madreperla, icone xilografiche e dipinte, ecc. Oltre alle mostre permanenti, il Il museo organizza mostre temporanee e coinvolge diversi eventi culturali come il Salone dell'Architettura, il Salone dell'Arte Applicata dei Ragazzi, il Salone dell'Arte Applicata Contemporanea e la Triennale della Ceramica.

 

Museo di arte contemporanea di Belgrado 

Muzej savremene umetnostiIl Museo di Arte Contemporanea di Belgrado fu inaugurato il 20 ottobre 1965. Tuttavia, le attività del Museo iniziarono già nel 1958, quando un atto del Consiglio Culturale del Comitato Popolare di Belgrado istituì la Galleria Moderna, un'istituzione il cui scopo era quello di sovrintendere allo sviluppo dell'arte contemporanea arte in Jugoslavia.

Il fondatore del museo e il suo primo direttore fu Miodrag B. Protić, pittore e autore di molte mostre, libri e testi significativi riguardanti la storia dell'arte moderna jugoslava e serba.

L'edificio del Museo di Arte Contemporanea si trova a Nuova Belgrado, sulla riva sinistra del fiume Sava, proprio di fronte alla Fortezza di Belgrado. Il suo concetto unico di interior design e, d'altra parte, il suo legame con l'ambiente circostante rappresentano una soluzione originale che soddisfa i requisiti museologici di base. L'edificio è un interessante esempio di architettura museale in tutto il mondo. È circondato da un parco di sculture con opere dei più significativi scultori jugoslavi del XX secolo.

La collezione del Museo d'Arte Contemporanea iniziò a formarsi all'epoca della costituzione della Galleria Moderna e al momento dell'apertura del Museo contava 3.500 opere d'arte. Oggi il fondo è composto da 8.000 opere e rappresenta la più rilevante collezione d'arte dello spazio artistico jugoslavo. Oggi, la politica del Museo di arte contemporanea si basa sull'osservazione dell'arte contemporanea in Serbia, nella regione balcanica, in Europa e nel mondo.

 

Museo della Jugoslavia 

Muzej JugoslavijjeIl Museo della Jugoslavia è un'istituzione aperta che incoraggia diversi attori a percepire attivamente il presente attraverso una moderna interpretazione del passato.

La missione del Museo della Jugoslavia è quella di essere un luogo di dialogo aperto, di scambio di conoscenze ed esperienze sui fenomeni sociali e culturali del XX secolo con tutte le istituzioni, le organizzazioni e le persone interessate alle questioni relative al patrimonio jugoslavo e al passato jugoslavo. Attraverso programmi e attività, il museo incoraggia la memoria sociale e una cultura del ricordo legate allo sviluppo dell'idea jugoslava, dalla creazione dello stato jugoslavo come regno, fino alla sua disgregazione nei primi anni '20.

Una parte importante del Museo della Jugoslavia è il Centro commemorativo di Josip Broz Tito - "Casa dei fiori", che è il luogo di riposo dell'ex presidente jugoslavo Josip Broz Tito e di sua moglie.

Il Mausoleo è una serra che rappresenta un'epoca e un'ideologia che ha governato la regione per quasi 50 anni. Durante la visita a House of Flowers puoi vedere collezioni di uniformi e manganelli dell'esercito di Tito usati per trasferire gli auguri di compleanno da tutte le parti della Jugoslavia.

Residenza della principessa Ljubica

Residenza della principessa LjubicaLa residenza della principessa Ljubica risale alla prima metà del XIX secolo e apparteneva alla famiglia del principe Miloš Obrenović. Fu costruito nel 19 e rappresenta una combinazione degli stili di costruzione turchi ed europei. Inizialmente era destinato a Miloš Obrenović, ma a causa della vicinanza dei turchi, che ancora occupavano il forte di Kalemegdan, si trasferì in un'altra residenza vicino a Belgrado. Tuttavia, sua moglie Ljubica viveva qui con i loro figli. Oggi, la Residenza della Principessa Ljubica è uno spazio espositivo con mostre permanenti e temporanee nel seminterrato della Residenza.

Ogni venerdì alle 17:00 e sabato alle 12:00, i visitatori possono assistere a uno spettacolo speciale chiamato "Un caffè con la principessa Ljubica" (per il tour in inglese, fissare un appuntamento). Nataša Popovska, curatrice del Museo cittadino di Belgrado, vestita da principessa Ljubica, saluta gli ospiti e racconta storie sulla Residenza. Ai visitatori vengono offerti caffè nero forte e delizie turche.

Museo Militare

Military Museum Belgrado

Museo Militare, fondata nel 1878, si trova all'interno delle mura della Fortezza di Kalemegdan, invisibile agli occhi dei visitatori fino a quando non salite le scale fino al suo ingresso. Circondato dai bastioni della fortezza e dal più bel parco di Belgrado - Kalemegdan, il museo rappresenta uno dei simboli della fortezza di Belgrado.

È stata fondata dal decreto del principe Milan Obrenović IV il 22 agostond, 1878. Era un'altra manifestazione per celebrare l'indipendenza della Serbia. Durante la prima e la seconda guerra mondiale le collezioni subirono gravi devastazioni o furono sequestrate dalle truppe di occupazione.

In nuove condizioni, dopo la seconda guerra mondiale, iniziarono nuovi lavori di raccolta di oggetti, soprattutto della guerra precedente. Inoltre, è iniziato un adattamento di Display in conformità con la nuova ideologia. Le collezioni museali si arricchirono notevolmente, soprattutto con oggetti della Guerra e della Rivoluzione, e il Museo Militare divenne un'istituzione essenziale del nuovo paese.

Il Museo Militare oggi possiede una vasta collezione che va dalla preistoria alle guerre di oggi: armi, uniformi, bandiere, decorazioni, mappe, modelli, diorami e fotografie. Accanto al museo c'è un'esposizione all'aperto di carri armati e pezzi di artiglieria, torpediniere e mine sottomarine.

Il Museo Etnografico

Il Museo EtnograficoIl Museo Etnografico è una delle istituzioni culturali più antiche di Belgrado poiché esiste da più di cento anni. Mostra una preziosa collezione di oggetti, vestiti e mobili, che insegnano di più sullo stile di vita delle persone della regione dei Balcani. La collezione è composta da 160.000 oggetti della vita delle popolazioni rurali e urbane. Ha un negozio di souvenir molto attraente, da cui consigliamo repliche di gioielli medievali serbi.

 

il Museo storico della Serbia

il Museo storico della SerbiaIn principio, il il Museo storico della Serbia possedeva diverse raccolte suddivise in diverse sezioni (storica, documenti scritti, dipinti, grafica e scultura, armi ed etnologia). Dopo che il nuovo concetto è stato adottato, la mostra è stata trasformata in una presentazione più universale di una storia ricca e colorata del popolo serbo e rimane così fino ad oggi.

 

Il Museo della Chiesa Ortodossa Serba

Il Museo della Chiesa Ortodossa SerbaIl Museo della Chiesa ortodossa serba presenta più di trecento reperti, tuttavia, nel deposito del museo ce ne sono diverse migliaia in più. L'esposizione museale comprende tesori storici, ecclesiastici e artistici: oggetti provenienti dai monasteri (compresa l'eredità prima della Grande Migrazione del 1690), e dalle chiese dello Srem orientale che furono restituiti da Zagabria, dove furono portati durante la Seconda Guerra Mondiale Guerra.

 

Il Museo dell'Aviazione

Museo dell'aviazione

I visitatori che si avvicinano all'aeroporto Nikola Tesla sono invariabilmente attratti dalla grande struttura rotonda rivestita di vetro. Numerosi aerei militari e civili che circondano l'edificio, insieme a radar e altre meraviglie della tecnologia aeronautica, indicano chiaramente ai visitatori che sono arrivati ​​a un Museo dell'Aviazione.

È stato fondato nel 1957 e ha una collezione di aeroplani per lo più esposti nell'edificio. Tuttavia, uno squadrone di caccia di fabbricazione jugoslava, aerei civili più grandi ed elicotteri circonda il terreno intorno al Museo. La collezione comprende parti di aeroplani abbattuti durante i bombardamenti della NATO (il famoso F-117 "invisibile"), missili da crociera e l'esclusivo aereo da caccia FIAT G-50.

Nei magazzini e nella biblioteca del Museo sono custoditi migliaia di libri, oggetti e documenti sull'espansione dell'aviazione nel nostro Paese ea livello internazionale. Non c'è da meravigliarsi che molti esperti stranieri che hanno avuto l'opportunità di comprendere meglio i suoi preziosi reperti abbiano dichiarato che il Museo dell'aviazione di Belgrado è un vero tesoro della storia dell'aviazione.

 

Le ricche collezioni dei musei di Belgrado sono state create durante il XIX e il XX secolo. Collezioni private di famiglie benestanti costituiscono una parte considerevole dei tesori custoditi nei musei di Belgrado oggi.

Ci sono molti altri musei a Belgrado che non sono elencati sopra, ma ti consigliamo di esaminarli anche, come il Museo di Paja Jovanović, Museo di storia ebraica, Museo di cultura romana, Museo della Cineteca jugoslava, Galleria degli Affreschi, Museum delle Automobili, Museo FC Stella Rossa e molti altri.

 

Escursioni

Condividi l'articolo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *